Emma Cline, scrittrice californiana del 1989, lavora brevemente come attrice in un cortometraggio e in un film per la televisione. Ottiene un Master alla Columbia nel 2013 sulle arti, ma è proprio durante l’università che scopre di padroneggiare l’arte letteraria al meglio. Il Paris Review pubblica il suo racconto Marlon, che poi vincerà il Premio Plimpton. Col romanzo Le ragazze diventa davvero famosa, vincendo il premio Shirley Jackson e guadagnandoci per i diritti cinematografici di una futura trasposizione. La storia trae ispirazione dalla famiglia Manson. Il gusto di Emma Cline include storie di personaggi negativi e talvolta laidi, e avviene anche per Daddy. Questo è un racconto lungo con protagonista Harvey Weinstein.