La casa editrice Antenore nasce negli anni cinquanta grazie ai fratelli Billanovich. I due sono filologi e letterati, e il livello della loro azienda è di alto profilo. La rivista più importante è “Medioevo e Umanesimo”, uno dei vertici del genere. Oggi la Antenore è diventata una collana della Salerno editrice, che ne mantiene alta la qualità. Tra le opere più importanti segnaliamo la produzione di indirizzo petrarchesco, ricca di apparati critici. Un laureato in lettere avrà bazzicato più volte questa casa editrice. In caso contrario, è una laurea millantata con poca destrìa. All’università trovavo i loro prezzi troppo elevati, oggi mi rendo conto che sono i pochi ad essere onesti col lavoro che c’è dietro un libro.