Umberto Eco definiva il fumetto come nona arte. Un grande saggista, che con quest’affermazione dimostra di essere figo come pochi altri. China Town è una canzone di Caparezza che omaggia l’arte della scrittura, ma gli amanti della letteratura disegnata sanno bene che la china è fondamentale nell’inchiostrazione. Sì, è un sapido gioco di parole. No, non ce ne vergogniamo. Per rispettare la regola oratoria del tre: e sì, in “vergogniamo” ci va la i.

La nostra China Town è un omaggio ai romanzi grafici, un linguaggio giovane, nonostante il primo fumetto in italiano si trovi nella Basilica di San Clemente al Laterano, XI secolo. E ci sono pure le parolacce. Poi lamentatevi di Satanik.

You have reached end of the world!

Non ci sono più pagine da caricare